PROGETTI

Area portuale

Riqualificazione dell’area portuale di Porto San Giorgio

TIPOLOGIA: Masterplan
LUOGO: Porto San Giorgio
ANNO: 2011
COMMITTENTE: cliente privato
ATTIVITÀ: Masterplan
SUPERFICIE: 36.300 m2

Il masterplan è finalizzato all’integrazione della grande infrastruttura portuale di Porto San Giorgio con il suo territorio. Il piano si sviluppa su una superficie utile di 36.300 mq e prevede una volumetria di circa 100mila mc tra cantieri navali, servizi urbani e portuali, strutture ricettive e residenze speciali.
La strategia del progetto si propone una sistematica integrazione degli spazi, dei programmi funzionali, delle reti trasportiste di servizio al porto ed alla città. Da questo punto di vista il progetto si propone come un piano attuativo di tipo misto: l'interesse pubblico, il disegno dei suoi spazi, le sue infrastrutture trovano “figura” dentro le aree stesse del territorio a gestione privata, nell'obiettivo di raccordare in modo organico e con continuità lo spazio pubblico della città con quello a gestione privata del porto; la viabilità a servizio dell'infrastruttura portuale con quella pubblica di livello locale e sovralocale; le nuove funzioni pubbliche insediate con quelle più strettamente produttive della portualità; le nuove dotazioni commerciali con il potenziamento di quelle esistenti. L'intenzione del progetto è assicurare l'organica continuità della città, dei suoi spazi, delle sue funzioni, evitando qualsiasi forma di separazione tra i territori, qualsiasi limitazione tra un dentro ed un fuori, qualsiasi diversificazione tra il pubblico ed il privato. Il porto si ricollega alla città, realizzando il naturale completamento a sud dello storico lungomare cittadino, e riconnettendo a quest'ultimo anche il parco fluviale del torrente Ete Vivo.
Tra le funzioni previste anche attrezzature commerciali, industriali e di supporto alle attività portuali. Le strutture ricettive si articolano in un albergo di 60 stanze e residenze speciali per un totale di 22.000 mq. Si prevede una gestione di tipo alberghiero/residence, in parte legata all'uso dei posti barca. Un'ultima quota è destinata invece ad un uso di tipo stagionale.
Il mix funzionale si articola intorno ad una serie complessa ed integrata di spazi pubblici (aree verdi e piazze) e di uso pubblico (parcheggi, area termale).