PROGETTI

Villaggio Olimpico

Progetto del “Villaggio per i XVI Giochi del Mediterraneo 2009” a Chieti

TIPOLOGIA: Residenziale
LUOGO: Chieti
ANNO: 2009
COMMITTENTE: Villaggio Mediterraneo s.r.l.
ATTIVITÀ: Piano attuativo, progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
SUPERFICIE: 24 ha - 295.000 m3

Il Villaggio per i XVI Giochi del Mediterraneo è stato realizzato tra i Comuni di Chieti e di Pescara, per ospitare i 5.000 delegati delle nazioni partecipanti ai Giochi. La possibilità di ricorrere a finanziamenti privati per la quasi totalità dell’intervento, la volontà di mantenere gli obiettivi di sviluppo del Polo Universitario e il contemporaneo impegno assunto dall’Amministrazione Comunale nei confronti del Comitato Organizzatore dei Giochi di mettere a disposizione per tempo e gratuitamente le strutture necessarie ad ospitare il villaggio, hanno rappresentato un’importante occasione per la realizzazione di un programma attuativo condiviso e caratterizzato da una importante fase concertativa.
Il piano attuativo, “Programma integrato d’intervento”, in aderenza a quanto stabilito nel PRUSST (Programma Riqualificazione Urbana e Sviluppo Sostenibile), si estende su di un’area complessiva di circa 24 ettari, dei quali  circa 19 occupati dal Villaggio. E’ stato inoltre previsto un nuovo assetto infrastrutturale legato non soltanto alla necessità di innervare e rendere autosufficiente il nuovo quartiere urbano, ma anche e soprattutto nell'obiettivo di contribuire a migliorare la rete infrastrutturale esistente.
In tal senso, e in considerazione dei numerosi vincoli oggettivi che insistono sull'area, la scelta del progetto è stata quella di privilegiare la costituzione di un asse viario di infrastrutturazione urbana in grado di assorbire anche  il flusso di traffico derivante dalle nuove funzioni su di esso insediate. Per quanto concerne le consistenze edilizie, il piano prevede la realizzazione di circa 295.000 metri cubi, dei quali il 65% destinati a servizi e il 35% ad edilizia residenziale, ed è caratterizzato dalla presenza di 10 torri, 6 delle quali nel “Villaggio”, di altezza variabile tra i 35 e i 45 metri, la cui destinazione è differenziata anche in ragione delle esigenze funzionali alla scala urbana.
Le torri prevedono un basamento pressoché continuo alla quota stradale e un’adeguata dotazione di parcheggi, per garantire un elevato livello di accessibilità e di fruizione alle funzioni di livello metropolitano.
La scelta tipologica delle torri ha consentito di concentrare la densità edilizia evitando il consumo di suolo, garantendo e proteggendo le visuali sull'importante sistema vallivo adiacente.